FELC/PLEXER

Vota questo articolo
(1 Vota)

felc macchina

FELC: flusso di elettroni convogliati

Il felc è uno strumento che consente al dermatologo di praticare una soft-chirurgia senza bisogno di anestesia o medicazione.

Qual è la differenza con un laser o un tradizionale radiobisturi?

Il laser utilizza una luce.
Il radiobisturi utilizza onde radio.
Il felc utilizza un flusso di elettroni convogliati.

La scarsa conducibilitè elettrica e termica sono un grosso limite per la diatermochirurgia e la laser chirurgia e gli esiti cicatriziali o le discromie da distruzione di melanina sono tra gli inconvenienti più frequenti.

Con il FELC in soft-chirurgia otteniamo invece:

  • scarso impatto sui tessuti circostanti la lesione
  • maggior efficacia su tessuti cattivi conduttori
  • una minore frequenza di esiti discromici (aree biancastre e brunastre)
  • una minore incidenza di esiti cicatriziali

in assenza di piastra flottante e occhiali di protezione e in assenza di anestesia e medicazioni.

Si evitano anche punti di sutura visto che il felc non determina alcun tipo di lesione sanguinante, i tessuti sono ben asciutti e la cicatrizzazione avviene con una sottile crosta che si forma a partire dal secondo giorno dall'intervento, e la cui durata è di circa 7-10 giorni.

Indicazioni del FELC:

  • macchie cutanee volto, decolleté, mani, corpo
  • rughe del volto
  • acne in fase attiva e cicatrici post-acneiche
  • cheratosi seborroiche
  • cisti sebacee
  • xantelasmi palpebrali
  • "grani di miglio" del volto
  • verruche
  • fibromi molli
  • cicatrici ipertrofiche (previo test su una piccola zona)
  • rimozione piccoli tatuaggi (previo test su una piccola zona)

 

Alcuni casi clinici:

Letto 4203 volte Ultima modifica il Sabato, 25 Luglio 2015 15:28

Lascia un commento