I trattamentiTutti i trattamenti che effettuiamo presso il nostro studio

Filler ERELLE

Dicembre  13,  2018
Pubblicato in Viso

filler erelle

ERELLE: PIU' SICURO,  PIU' EFFICACE, PIU' DURATURO

Totalmente Riassorbibile  | Anti-Aging | Viscoelastico | Plasmabile | Coesivo | Protein-free

 

Cos’è EreLLe™?

EreLLe™ è un nuovo filler per il viso, composto da un idrogel trasparente, biocompatibile e totalmente riassorbibile, realizzato a partire da una sostanza naturale, la cellulosa, che viene iniettato nel derma e nel tessuto sottocutaneo, allo scopo di riempire le rughe, ripristinare i volumi del viso e migliorare la struttura della pelle.

EreLLe™ è composto da Carbossimetilcellulosa Cross-linkata e quando iniettato, viene gradualmente e naturalmente riassorbito dal corpo. 

La carbossimetilcellulosa viene regolarmente utilizzata da decenni in modo sicuro nell’industria farmaceutica come eccipiente di prodotti iniettabili, come carrier e per drug delivery.

 

La Gamma EreLLe™

EreLLe Soft Fill è un gel indicato per il trattamento di aree delicate come le rughe sottili, perioculari e periorali. Il prodotto risulta altamente malleabile con il massaggio.

EreLLe Refinement è un gel, che ha il suo punto forte nella volumizzazione immediata e nell’effetto di riempimento. È stata ricercata un’ottimizzazione della maneggevolezza del prodotto, per la possibilità di trattamento della maggior parte dei tipi di rughe del viso. Il prodotto risulta malleabile con il massaggio.

EreLLe Total Action è un gel altamente resistente alla deformazione, con un eccellente effetto tridimensionale e di spinta sui tessuti. Queste caratteristiche si traducono in una correzione ottimale già durante il primo trattamento, con la possibilità di ampi range di applicazione.

EreLLe VOLUME è un gel con massimo effetto tridimensionale e di spinta sui tessuti. Indicato per sostenere volumi importanti del volto (ad esempio zigomi).

 

Trattamenti

EreLLe™ è un dispositivo medico a base di Carbossimetilcellulosa Crosslinkata, che fa parte di una nuova classe d’mpianti iniettabili, che consente di trattare non solo le lassità localizzate e le rughe del viso, ma è anche efficace nel modellare aree del viso come guance, zigomi, mento, arco mandibolare e di trattare gli stati di lipoatrofia secondaria.

EreLLe™ con aghi 27 G compete per capacità di riempimento con i fillers, specifici per il riempimento sottocutaneo e grazie all’alta versatilità consente una superficializzazione del trattamento fino al derma superficiale e medio, con un range totale di applicabilità molto ampio che va dal trattamento delle rughe medie al re-shaping del viso.

Rughe e Solchi

EreLLe™ grazie all’alta maneggevolezza consente il trattamento di rughe e solchi con facilità, al pari dei filler a base di acido ialuronico, sia con tecniche classiche come l’iniezione tracciante retrograda e l’infiltrazione a ventaglio ma anche seguendo una filosofia di lavoro più moderna, riempiendo la stessa ruga su piani differenti. EreLLe™ può essere, infatti, infiltrato nel derma medio, profondo, nel tessuto sub dermico e sottocutaneo. La plasmabilità post-iniezione del prodotto consente l’ottimizzazione del risultato finale.

Volumi Localizzati

Il trattamento dei volumi localizzati come zigomi, mento, angoli mandibolari ha costituito un recente avanzamento dell’uso dei filler riassorbibili, perché ha consentito la correzione di difetti prima correggibili unicamente con interventi chirurgici d’inserimento di impianti protesici. Grazie alla maneggevolezza di EreLLe™ è possibile aumentare i volumi del viso con le tecniche più moderne a disposizione del medico come l’infiltrazione tracciante retrograda e anterograda, l’infiltrazione a ventaglio e su più strati coinvolgendo il derma e il tessuto sottocutaneo.

Riequilibrio dei Volumi e Lassità Localizzate

La Soft Tissue Restoration è la più recente metodica di riequilibrio dei volumi e trattamento delle lassità localizzate. Questa tecnica consiste nel “rivitalizzare” i tessuti con i filler cross linkati. Si è visto, infatti, che infiltrando i fillers cross linkati nel sottocute con aghi standard o con Micro-cannule, si ottiene un duplice effetto: 
effetto lift sui tessuti per distensione e debole riempimento (soft filling) del tessuto sottocutaneo. 
Azione anti-aging (alcuni studi mostrano la capacità della carbossimetilcellulosa di inibire l’enzima Ialuronidasi e mediante questo meccanismo di preservare l’integrità e il peso molecolare dell’acido ialuronico endogeno - Hunter, W.L. 2006).

Fino ad oggi i Filler sono stati progettati e sviluppati fondamentalmente giocando sulle variazioni dei parametri strumentali. Quest’approccio tuttavia non sempre corrisponde alla prestazione da un punto di vista clinico.

Alcuni parametri reologici sono stati presi in considerazione:

Viscosità: secondo alcuni ricercatori, ad una alta viscosità corrisponderebbe un maggior tempo di permanenza del filler all’interno dei tessuti, tuttavia alti valori di viscosità non hanno dimostrato in maniera univoca di essere direttamente proporzionali ad una maggiore permanenza del prodotto nei tessuti.

G’: è la capacità strumentale del gel di conservare energia e secondo alcuni ricercatori è responsabile dell’effetto lifting dei gel, ma questo non può essere considerato un parametro specifico di riempimento tissutale, in quanto da un punto di vista pratico è comparabile alla forza elastica del gel a ritornare al suo stato normale dopo essere stato “stirato” e allo stato attuale per quanto riguarda le caratteristiche retraenti o di lifting ipotizzati per questi gel non esistono studi, che confermino nella pratica questi effetti.

Altri parametri frequentemente presi in considerazione sono stati:

Elasticità percentuale (100 X G’/G’+G’’): la relazione tra percentuale di elasticità e persistenza del gel non risulta a tutt’oggi confermata.

Tan [G’’/G’]: è un valore che non da risposte assolute circa la permanenza del gel all’interno del corpo umano, poiché variabile in maniera costante a seconda delle caratteristiche reologiche della materia prima di partenza.

Ad esempio per gli acidi ialuronici il Tan si attesta tra i 0.3 e i 0.5, per le cellulose tra i 0.4 e i 0.6.

Rivoluzionando queste basi, EreLLe™ è un filler, che è stato studiato da un nuovo punto di vista, centrato sulle performance di spinta e persistenza in vivo. Aggiustando le caratteristiche del prodotto da un punto di vista clinico si è poi andato a verificare a quali parametri reologici corrispondessero i risultati ottenuti.

Sorprendentemente all’analisi reometrica il prodotto ha dimostrato una viscosità dinamica superiore (680 Pa-s) associata a una maggiore resistenza alla deformazione meccanica applicabile al gel (30%). Quest’ultimo parametro consiste nell’identificare la massima deformazione, non in grado di alterare le caratteristiche fisiche del materiale in esame e si traduce da un punto di vista clinico nella capacità del gel di resistere alle sollecitazioni imposte dalla mimica facciale, contrastare la tendenza a spostarsi sotto la ruga e alla capacità di spingere con maggior forza i tessuti generando riempimenti volumetrici migliori, nonché ottimizzando il rapporto tra quantità iniettata e capacità di correzione dell’area trattata.

Gli studi condotti mostrano che EreLLe™ si comporta come un vero e proprio network tridimensionale prevalentemente solido ma iniettabile con aghi di piccolo calibro, dimostrando una resistenza alla deformazione meccanica superiore rispetto agli altri prodotti presenti sul mercato.

filler labbra

Quando trattiamo le labbra lavoriamo su un mezzo di comunicazione importantissimo. Secondo, infatti, una ricerca scientifica nata dalla collaborazione tra l’Università della California, l’Università di San Diego e l’Università di Toronto per avere un volto affascinante agli occhi degli altri occorre rispettare le giuste distanze tra occhi, naso e labbra, i principali punti del volto su cui cade lo sguardo; secondo altri ricercatori americani non solo le distanze, ma anche le dimensioni, esaltano la bellezza di un volto.

filler-viso


In medicina estetica i filler sono materiali che vengono iniettati nel derma o nel tessuto sottocutaneo allo scopo di riempire una depressione o di aumentare i volumi.

Capostipite dei filler riassorbibili, l'acido ialuronico è una sostanza largamente utilizzata nell'ambito della medicina estetica, soprattutto per:

  • il trattamento di rughe sottili, rughe profonde, depressioni, cicatrici del volto;
  • la definizione e l'aumento volumetrico degli zigomi, delle labbra, del mento, della mandibola, del naso, ecc.
I fillers si presentano sottoforma di gel visco-elastico o idrogel: sono materiali riempitivi e restituiscono alla pelle un aspetto disteso. Essi vengono iniettati con ago finissimo, appena sotto la superficie cutanea o più in profondità.

Il prodotto utilizzato può avere origine e natura diversa; esistono infatti:
  • fillers riassorbibili: sostanze naturali che si riassorbono in 4-8 mesi
  • fillers permanenti: permangono nella pelle ed il loro uso è molto limitato

Il nostro centro consiglia ed utilizza quasi esclusivamente filler riassorbibili, prevalentemente acido ialuronico e collagene no-test di ultima generazione.

La scelta dei filler da usare si basa su numerose ricerche scientifiche pubblicate riguardanti la qualità dei prodotti e la sicurezza. Sottoporsi ad un trattamento con filler non è traumatico come un intervento di chirurgia estetica. La procedura è semplice e rapida ma necessita di molta esperienza da parte del dermatologo: un'applicazione può durare meno di 30 minuti. Solitamente il trattamento permette di non interrompere le proprie attività quotidiane.

Acido ialuronico

Un passo indietro per capire: che cos'è l'acido ialuronico?

L'acido ialuronico è un componente della cosiddetta sostanza fondamentale del derma: si tratta di un glicosaminoglicano, ovvero una molecola formata da lunghe catene non ramificate di unità disaccaridiche (alternanza di acido glicuronico ed N-acetilglucosamina). Legandosi a moltissime molecole d'acqua, l'acido ialuronico conferisce idratazione, elasticità e morbidezza ai tessuti, proteggendoli nel contempo da sollecitazioni eccessive.

La concentrazione di acido ialuronico nel tessuto connettivo della pelle si riduce gradualmente man mano che l'età avanza: per questa ragione, una pelle matura appare meno elastica e meno idratata rispetto alle pelli giovani. Pur essendo un fenomeno del tutto fisiologico e naturale, molte donne desiderano contrastare l'inesorabile avanzamento dell'età, dunque prevenire rughe ed altri inestetismi della pelle. L'obiettivo è risultare (almeno in apparenza) molto più giovani... e nulla meglio del filler all'acido ialuronico sembra poter soddisfare questo desiderio.

 






 

Indicazioni del filler

Il filler all'acido ialuronico sembra la soluzione ideale per correggere (e migliorare) piccoli inestetismi della pelle del viso, generati da quel processo evolutivo irreversibile che tanto preoccupa ed angoscia molte donne non più giovanissime. 
Il filler all'acido ialuronico trova indicazione nelle seguenti circostanze:

  1. Plasmare rughe d'espressione, zampe di gallina, rughe glabellari (che originano nella fronte, precisamente nella porzione immediatamente sovrastante il naso)
  2. Colmare piccole lesioni cicatriziali (es. cicatrici lasciate dall'acne)
  3. Inturgidire labbra sottili e prive di volume
  4. Volumizzare zigomi cadenti (in tal caso, il filler dev'essere preparato con una concentrazione più elevata di acido ialuronico)
  5. Rimodellamento del profilo del volto
  6. Correzione di esiti cicatriziali post-traumatici/chirurgici

Oltre a poter essere iniettato nel viso, il filler all'acido ialuronico può essere utilizzato anche per il riempimento di altre zone del corpo: a tale scopo, le iniezioni di questa "prodigiosa" sostanza vengono eseguite per migliorare l'aspetto e volumizzare polpacci, senoglutei.


Come si svolge una seduta?

L'iniezione del prodotto richiede pochi minuti. Alcune pazienti avvertono una lieve dolorabilità durante il trattamento, ma questa termina con la fine dell'applicazione e, comunque, può essere eliminata grazie all'applicazione di una pomata anestetica.
Al termine della seduta la zona potrà apparire un po' arrossata, comparire un lieve gonfiore o un piccolo livido che comunque scomparirà in un tempo estremamente ridotto.

Quanto dura un filler?

La durata del trattamento è personale e dipende da fattori quali struttura e tipo della pelle, stile di vita (il filler dura di meno nei fumatori!!!), età e grado di correzione.
Da statistiche pubblicate possiamo affermare che dopo 6 mesi l'80% delle pazienti è soddisfatta!
In caso di cute con forte grado di invecchiamento, soprattutto da esposizione solare, è utile preparare la pelle al filler facendolo precedere da sedute di biostimolazione e peeling: in questo modo siamo sicuri di ottenere una maggiore durata dell'impianto.


Il prima e dopo




 

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.